Loading...

Le cause più strane di ritardi aerei e voli cancellati

La Normativa Europea ci dice che se il volo cancellato o il ritardo aereo sono imputabili alla Compagnia aerea, questa è tenuta a risarcire i viaggiatori con una compensazione pecuniaria che può variare da 250 € fino a 600 €.

 

I motivi che possono causare un ritardo aereo o, addirittura, la cancellazione di un volo possono essere tanti e alcuni molto singolari e bizzarri.

 

Tanto singolari e bizzarri da meritare un posto nella storia dei ritardi aerei.

 

Sempre che si riesca a mettere in secondo piano il disagio vissuto.

 

Di seguito elenchiamo alcune tra le cause più strane per i ritardi aerei.

I RITARDI AEREI PIÙ STRANI DOVUTI A TENERI ANIMALETTI

I casi di ritardi aerei più strani si registrano quando c’è di mezzo un animale.

Come il caso di un volo Madrid-Doha della Compagnia aerea Qatar Airways in cui un innocuo topolino ha bloccato i passeggeri in partenza per ben sei ore.

È andata peggio ai passeggeri del volo Londra-San Francisco del primo marzo 2017 della British Airways che, sempre a causa di un topo a bordo, si sono visti cancellare il volo.

In questo caso, il Regolamento europeo prevede che ciascuno dei 298 viaggiatori debba essere risarcito per il danno subito con un indennizzo di 600 €.

Il topolino è costato dunque alla Compagnia aerea ben 178800 € in termini di compensazione pecuniaria dovuta ai passeggeri.

A luglio 2017, invece, sono state bloccate tutte le attività di atterraggio e partenza dell’intero scalo dell’aeroporto JFK di New York a causa di un particolare attraversamento sulle piste.

Numerosi voli e passeggeri sono rimasti fermi per via di un gruppetto di circa 40 tartarughe che aveva deciso di raggiungere la sabbia dove depositare le uova attraversando la pista dell’aeroporto statunitense…ovviamente con tutta la loro proverbiale lentezza.

Un episodio che nella sua stranezza non è nemmeno unico: altre volte in precedenza l’aeroporto era stato costretto a interrompere i voli per permettere il passaggio delle tartarughe.

Così come non rari sono i casi di diversi animali in pista che rallentano le normali procedure di atterraggio e decollo, causando ritardi aerei e cancellazioni di voli.

RITARDI AEREI CAUSATI DA RICHIESTE ASSURDE

Eclatante fu il caso del ritardo aereo causato dall’ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton.

Nel 1993, quattro piste dell’Aeroporto di Los Angeles vennero chiuse con conseguenti ritardi per diversi voli a causa dell’allora presidente Bill Clinton impegnato in un taglio di capelli all’interno dell’Air Force One.

Ancora più singolare il caso di Gerard Depardieu, che, ha fatto pipì nel corridoio dell’aereo nella fase di decollo del volo Parigi-Dublino della compagnia CityJet.

È risaputo che nelle fasi iniziali del volo, non è possibile slacciare le cinture e spostarsi per raggiungere il bagno, ma l’attore francese, dichiarando di non poter attendere, si è alzato dal suo posto e l’ha fatta per terra!

A quel punto, l’aereo è tornato all’aeroporto di partenza per consentire la pulizia del corridoio.

RITARDI AEREI BIZZARRI DOVUTI AL PERSONALE DI BORDO

Sicuramente un’esperienza da dimenticare l’ha vissuta chi si è ritrovato su un volo che ha subito un ritardo di 29 ore.

L’aereo era rimasto senza carburante ed è stato colpito da un fulmine.

Due circostanze che non possono comunque giustificare l’enorme ritardo accumulato.

Infatti, il ritardo aereo è stato accresciuto dal fatto che, non appena risolti i problemi derivati dal fulmine, l’equipaggio ha comunicato ai passeggeri che era terminato l’orario del proprio turno di lavoro.

Mai come in questo caso, non solo il danno, ma anche la beffa!

C’è poi il caso di un addetto ai bagagli che era rimasto chiuso nella stiva dell’aereo.

Nel momento in cui se ne sono accorti, i piloti sono stati costretti a fare un atterraggio di emergenza, con conseguente ritardo per tutti i passeggeri.

Un altro episodio bizzarro è quello che ha visto il volo Parigi-Kuala Lumpur cancellato a causa dell’equipaggio assente.

Questi infatti aveva approfittato delle ore di pausa obbligatorie per andare con un altro volo a fare surf a Bali.

Caso ha voluto che in quel lasso di tempo ci sia stata un’eruzione di un vulcano a Java, che ha sospeso i voli impedendo così all’equipaggio di rientrare a Parigi.

 

ANCHE I RITARDI PIÙ STRANI POSSONO DARE DIRITTO AL RISARCIMENTO

Le circostanze che possono generare ritardi aerei e cancellazioni possono essere tante e tra le più disparate, ma non dobbiamo dimenticare che la Normativa Europea tutela soprattutto i passeggeri, permettendo loro di ottenere un risarcimento per il disagio vissuto.

Dunque, anche quando le motivazioni dei ritardi sono o sembrano anomale, non significa che non possa esserci dietro una responsabilità del Vettore.

Anzi, può capitare che le Compagnie aeree forniscano giustificazioni fantasiose per evitare di risarcire i propri clienti.

Come l’episodio relativo a un volo Liverpool-Malaga di easyJet.

La Compagnia aerea ha dichiarato che il ritardo accumulato era dovuto a un passeggero che aveva versato  del succo d’arancia a bordo causando un guasto tecnico.

Si è scoperto poi, a seguito di una richiesta di indennizzo di un viaggiatore, che non era vero e il ritardo era imputabile esclusivamente alla Compagnia.

Di maydayvoli.com

AIUTA ALTRI PASSEGGERI CONDIVIDENDO QUESTA PAGINA

COMMENTA TU

Non preoccuparti per la tua privacy, il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.


Confermo di aver letto e accettato i termini e condizioni e la Privacy Policy di MDV srl (Obbligatorio)

© 2020 maydayvoli.com - MDV srl
- All Rights Reserved
- Privacy Policy
- Cookie Policy
- Termini e Condizioni
- P.IVA 15346421009
- Via Fedele Lampertico, 7
- 00191 Roma

Powered by