Loading...

Le nuove regole sul divieto del bagaglio a mano

AGGIORNAMENTO: Revocato il divieto del bagaglio a mano a bordo. Dal 15 luglio, infatti, si potrà imbarcare in cabina con sé anche i trolley.

 

La pandemia e lo stop totale dei voli hanno affossato l’intero settore aereo.

 

La paura di viaggiare, le restrizioni dei diversi paesi e la ripresa dei voli con nuove regole contribuiscono a rendere difficile e confusa la ripartenza a pieno ritmo.

 

In questo contesto si inserisce anche la problematica del divieto del bagaglio a mano imposto dal Governo italiano con il Decreto dell’11 giugno 2020.

 

Da un lato si presenta il problema di tutelare al massimo i passeggeri e dall’altro quello del disagio di non poter più portare il proprio trolley da cabina.

 

In più si fanno sentire anche le polemiche da parte delle Compagnie aeree.

DIVIETO DI PORTARE A BORDO IL BAGAGLIO A MANO

L’allegato 15 del Dpcm dell’11 giugno 2020 stabilisce il

divieto di portare sull’aeromobile bagagli a mano di grandi dimensioni, al fine di limitare al massimo gli spostamenti e i movimenti nell’ambito dello stesso aeromobile”.

Una norma che ha fatto discutere sin da subito, soprattutto per la sua genericità, in quanto non definiva con chiarezza le dimensioni del bagaglio a mano.

Il 25 giugno è intervenuta in merito l’ENAC che, con un comunicato stampa, ha fornito indicazioni più dettagliate:

ai passeggeri è consentito di portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato. Per ragioni sanitarie non è consentito a nessun titolo l’utilizzo delle cappelliere.”

Il giorno successivo, con un’ulteriore comunicazione, il Comunicato Stampa 34/2020, l’Ente ha specificato che il divieto di utilizzare le cappelliere è valido solo per i voli in cui non è rispettato il distanziamento sociale.

Dunque, nei casi in cui la Compagnia aerea decida di non applicare la regola della distanza interpersonale di almeno un metro, non sarà possibile utilizzare le cappelliere per riporre i bagagli a mano.

Inoltre, il divieto non vale per i passeggeri che occupano le prime file e i posti adiacenti le uscite di emergenza.

Ciò perché per motivi di sicurezza, non è possibile posizionare il bagaglio sotto i sedili di queste specifiche postazioni.


LE PROTESTE DI RYANAIR SUL DIVIETO DEL BAGAGLIO A BORDO

“Una decisione folle!” Questo è il commento dell’Amministratore Delegato di Ryanair al divieto del bagaglio a mano.

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera , Eddie Wilson esprime il disappunto per questa norma, che a suo dire non diminuirebbe le occasioni di contagio, ma al contrario le aumenterebbe.

La fila al check-in per depositare i bagagli, i vari passaggi degli addetti al carico e scarico dei bagagli e le code al nastro di consegna rappresentano momenti di assembramento e di conseguente pericolo di contagio.

Inoltre, l’AD di Ryanair lamenta il fatto che il divieto dei bagagli a mano a bordo è una norma solo italiana che contrasta il disegno di regole comuni in Europa.

CI SARANNO DEI COSTI EXTRA PER IL BAGAGLIO?

Al di là delle lamentele e delle proteste, l’ENAC precisa che le Compagnie aeree non possono richiedere costi aggiuntivi per l’imbarco del bagaglio in stiva, rendendo scorretti e illegittimi eventuali sovrapprezzi.

Dunque, se dovesse capitarvi di subire un aumento del costo del viaggio a causa delle nuove regole sul divieto del bagaglio a mano, potete presentare un reclamo contro la Compagnia aerea attraverso l’ENAC, impegnata a vigilare su eventuali scorrettezze.

Di maydayvoli.com

AIUTA ALTRI PASSEGGERI CONDIVIDENDO QUESTA PAGINA

COMMENTA TU

Non preoccuparti per la tua privacy, il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.


Confermo di aver letto e accettato i termini e condizioni e la Privacy Policy di MDV srl (Obbligatorio)

© 2020 maydayvoli.com - MDV srl
- All Rights Reserved
- Privacy Policy
- Cookie Policy
- Termini e Condizioni
- P.IVA 15346421009
- Via Fedele Lampertico, 7
- 00191 Roma

Powered by